Il giorno 8 giugno 2010 ho avuto il piacere e l'onore di incontrare colui che rappresenta il mio modello, la mia fonte di ispirazione, il mio Maestro d'arte: Giorgio Forattini. È stato un incontro breve ma intenso, a pochi passi dal centro di Milano, più precisamente in via Giulini. Mentre camminavo e mai avrei pensato di imbattermi nel guru della satira italiana, ho quasi rischiato di finirgli addosso rovinosamente, ma per fortuna ciò non è avvenuto; al contrario, dopo un primo momento di sbigottimento, ho avuto il coraggio di rivolgergli la parola e mentre già si stava allontanando da me gli ho chiesto 'È lei, Maestro Forattini?' Lui si è voltato e con un sorriso sornione ha fatto cenno di si, dopodiché mi sono fatto fare il bell'autografo con dedica personalizzata che potete vedere qua sopra. Mizzica, chi furtuna!

 

-o-O-o-

 

Domenica 13 giugno 2010 presso la sala dell'Auditorium della scuola Aldo Moro di Saronno nel corso dell'evento Versi a Saronno - parole la mattina è stata presentata Maria Luisa Spaziani, una delle più prestigiose personalità della cultura italiana contemporanea. A questo evento ho avuto l'occasione di poter partecipare e conoscere la dottoressa  Spaziani, di cui riporto con particolare piacere la pagina autografata della poesia "La neve rossa", tratta da "L'occhio del ciclone" pubblicato da Mondadori nel 1970.